Torta “putta”

La ricetta della torta “putta” di farro è una ricetta molto tradizionale. “Putta” significa saporita, salata, in contrapposizione alle torte di riso dolci. Questi due tipi di torte venivano preparati nei giorni precedenti la Pasqua. Secondo la ricetta tradizionale, la torta veniva cotta una in teglia di coccio. In quei giorni venivano accesi i forni a legna e tutte le famiglie si recavano a cuocere le torte da chi possedeva il forno, tradizioni che con il tempo e i ritmi più veloci della nostra società sono andate perdute.

Ingredienti

  • 200 gr di farro
  • 2 cucchiai di riso
  • 900 ml di latte
  • 4 uova
  • 200 gr di formaggio grattato (parmigiano, pecorino)
  • pepe
  • miscela di spezie (il mix di spezie si compra in piccoli negozi alimentari che conservano la tradizione)

Procedimento

La sera precedente bollire il farro e il riso in acqua per 20 minuti, salare leggermente, lasciar freddare, aggiungere un po’ di latte (200 ml) perchè freddando il farro assorbe il liquido. Al mattino dopo aggiungere ancora circa 700 ml di latte, sbattere le uova con il formaggio, il pepe e le spezie, un pizzico di sale e unire il tutto mescolando bene. L’impasto deve essere liquido: più latte si metterà, maggiore sarà lo strato di “crema” che si formerà nella torta. Ungere le teglie con il burro e spolverare di pangrattato, versare l’impasto, cuocere nel forno elettrico a 130 gradi per 2 ore, nel forno a legna senza fiamma a temperatura non troppo alta per almeno 1/1,5 ore.

Grazie mille a Augusta Guidugli per la ricetta!

Questa voce è stata pubblicata in Ricetta. Contrassegna il permalink.