Riomagno

Riomagno sorge sulle rive del fiume Serra e fa parte del comune di Seravezza.

Le origini del paese risalgono al XV secolo, mentre in precedenza la zona era un punto di appoggio per i lavoratori delle cave di marmo. Riomagno attraversò un periodo di fioritura all’inizio del XVI secolo, quando vi si insediarono Michelangelo e i suoi scultori.

A Michelangelo si deve anche la costruzione della strada che collega Riomagno alla Cappella e Azzano e che porta fino al Monte Altissimo. Per questo motivo essa è detta ancor oggi “via di Michelangelo”.

Un’altra figura di grande importanza per il paese è Amos Paoli. Nato nel 1917, una malattia lo aveva costretto fin da piccolo a stare sulla sedia a rotelle, motivo per cui non prese parte alla seconda guerra mondiale. Partecipò tuttavia alla Resistenza procurando ai partigiani armi e munizioni che nascondeva nella sedia a rotelle. Nel 1944 Amos fu catturato dalle SS e torturato a morte. Oggi un monumento nel centro del paese lo ricorda.

Il patrono del paese, San Giovanni Battista, viene celebrato ogni anno il 24 giugno con un falò tradizionale lungo le rive del fiume.

Questa voce è stata pubblicata in Paese. Contrassegna il permalink.