Pietrasanta

Pietrasanta è considerata il nucleo storico della Versilia. La città fu fondata nel 1255 da Guiscardo da Pietrasanta sotto l’attuale castello lombardo. Una cinta muraria fu costruita nel XIV secolo. Anche la cattedrale di San Martino e la chiesa di Sant’Agostino risalgono a questo periodo.

Nel corso dei secoli Pietrasanta è stata sotto il dominio di varie città-stato: Genova, Lucca, Firenze. La città era strategicamente importante perché Motrone, ora frazione di Marina di Pietrasanta, costituiva l’unico accesso al mare in tutta la Versilia. Dal 1513 fino all’unità italiana nel 1861 Pietrasanta si trova sotto il dominio di Firenze. Nel XVII e XVIII secolo quest’area fu ripetutamente colpita dalla malaria, con conseguenze disastrose. A metà del XVII secolo, il governo dei Medici decise di deviare il fiume Versilia per proteggere la città di Pietrasanta dalle inondazioni (e quindi porre fine all’infestazione di zanzare). Ma fu solo nel XIX secolo che il luogo conobbe una ripresa, quando le scuole per scalpellini crearono una nuova base economica per l’industria del marmo, che caratterizza ancora l’intera regione. Nella stessa Pietrasanta, molti scalpellini, scultori e artisti lavorano ancora con pietra e marmo. Ad esempio l’artista colombiano Fernando Botero, di cui si può ammirare, fra l’altro, il famoso “The Warrior”, una grande scultura situata nel centro di Pietrasanta.

L’odierna area comunale (Comune di Pietrasanta) comprende la città di Piertrasanta e le franzioni Capezzano Monte, Capriglia, Strettoia, Traversagna, Vecchiuccio, Vallecchia, Solaio, Vitoio, Castello, Valdicastello, Crociale, Africa, Macelli, Osterietta e Marina di Pietrasanta, per un totale di 23.600 abitanti.

Attrazioni

  • Cattedrale di San Martino (XIV secolo, restaurata e modificata nel XVII e XIX secolo)
  • Campanile, costruito dal 1530 al 1533 e modificato nel 1860
  • Chiesa di Sant’Agostino (XIV secolo), torre del 1780, oggi un centro culturale con biblioteca e museo
  • Piazza della cattedrale con grandi palazzi, p. e. il Palazzo Moroni (XVII secolo), ora Museo Archeologico e Palazzo Panichi (XV secolo)
  • Opere d’arte di Fernando Botero nella chiesa di San Antonio Abate
  • Pieve di San Giovanni Santa Felicita vicino a Valdicastello con affreschi del XIV secolo
  • Museo di Valdicastello, luogo di nascita del poeta e premio Nobel (1906) Giosuè Carducci (1835-1907)
  • Pieve di Santo Stefano a Vallecchia (IX secolo)
  • Pontile di Marina di Pietrasanta

|➚| Comune di Pietrasanta

Questa voce è stata pubblicata in Paese. Contrassegna il permalink.